Bibliomedica In-forma

News e segnalazioni dalla Biblioteca Biomedica dell'Università di Firenze

  • settembre: 2017
    L M M G V S D
    « Dic    
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    252627282930  
  • Archivi

Posts Tagged ‘Melanoma’

Melanoma: FDA e EMA approvano trametinib e dabrafenib

Posted by bibliotecabiomedica su settembre 2, 2015

Aggiornamento del 2 settembre 2015
Dopo la FDA americana anche l’EMA ha approvato la combinazione dabrafenib e trametinib  per il trattamento di pazienti adulti con melanoma non resecabile o metastatico che presentano la mutazione V600 del gene BRAF.

14/01/2014

La Food and Drug Administration ha approvato il trametinib, in combinazione con il dabrafenib, per il trattamento di pazienti con melanoma inoperabile o metastatico.
La sicurezza e l’efficacia della combinazione di farmaci è stata dimostrata da un trial condotto su 162 pazienti con melanoma metastatico e inoperabile, con mutazioni BRAF V600E o V600K, la maggior parte dei quali non aveva ricevuto una precedente terapia.
Gli effetti collaterali più comuni riscontrati sono stati: febbre, diarrea, rash, vomito, dolori addominali, astenia, edema periferico, tosse, malditesta, sudorazione nottuna, perdita d’appetito, costipazione e dolore muscolare. Tra i più gravi: emorragie, formazione di coaguli, scompenso cardiaco, problemi alla pelle, problemi alla vista.

Fonte: FDA news

Annunci

Posted in News da Internet | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Melanoma: linee guida NICE

Posted by bibliotecabiomedica su agosto 28, 2015

Nel mese di luglio NICE ha pubblicato delle linee guida per la valutazione e la gestione del melanoma nei bambini e negli adulti.
In particolare le linee guida offrono raccomandazioni su:

  • Valutazione e stadiazione del melanoma
  • Trattamento del melanoma ai vari stadi
  • Gestione dei livelli non ottimali di vitamina D

Leggi le linee guida

Fonte: Progetto ASCO

Posted in Come si fa?, Consigli di lettura, Open Access | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Melanoma: Europa approva pembrolizumab

Posted by bibliotecabiomedica su luglio 22, 2015

Il pembrolizumab ha ricevuto il via libera alla commercializzazione dalla Commissione Europea per il trattamento del melanoma avanzato (non operabile o metastatico). Si tratta di un farmaco della classe dei farmaci immunologici anticancro:
L’aaprovazione si è basata sui risultati di tre studi che hanno coinvolto un totale di 1500 pazienti: un ampio studio di Fase 1b, KEYNOTE-001; uno studio controllato randomizzato, KEYNOTE-002; e un’analisi ad interim da un secondo studio controllato randomizzato, KEYNOTE-006.

Fonte: Pharmastar

Posted in News da Internet | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Efficacia nivolumab più ipilimumab contro il melanoma avanzato

Posted by bibliotecabiomedica su giugno 5, 2015

Sono stati presentati recentemente a Chicago al congresso ASCO (American Society of Clinical Oncology) gli incoraggianti dati del trial di fase III CheckMate 067: il trattamento con nivolumab, da solo o in combinazione con ipilimumab, porta ad un raddoppio della sopravvivenza libera da progressione della malattia nei pazienti con melanoma avanzato naive al trattamento rispetto al solo ipilimumab.
Il rischio di progressione della malattia si è ridotto del 43% con il nivolumab e del 58% con la combinazione nivolumab più ipilimumab.Lo studio CheckMate 067 ha coinvolto 945 pazienti con un melanoma in stadio III o IV non resecabile. I dati presentati sono ancora parziali, perchè lo studio è ancora in corso.

Articolo di riferimento:
Larkin J, Chiarion-Sileni V, Gonzalez R, Grob JJ, Cowey CL, Lao CD, Schadendorf D, Dummer R, Smylie M, Rutkowski P, Ferrucci PF, Hill A, Wagstaff J, Carlino MS, Haanen JB, Maio M, Marquez-Rodas I, McArthur GA, Ascierto PA, Long GV, Callahan MK, Postow MA, Grossmann K, Sznol M, Dreno B, Bastholt L, Yang A, Rollin LM, Horak C, Hodi FS, Wolchok JD. Combined Nivolumab and Ipilimumab or Monotherapy in Untreated Melanoma. New England Journal of Medicine. 2015 May 31.
Leggi l’articolo completo (in pdf, disponibile gratuitamente)

Fonte: Pharmastar

Posted in Consigli di lettura, Open Access | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Melanoma uveale: FDA designa selumetinib come farmaco orfano

Posted by bibliotecabiomedica su maggio 5, 2015

La FDA americana ha concesso la designazione di farmaco orfano a selumetinib contro il melanoma uveale, un tumore maligno intraoculare.

Fonte: Osservatorio Malattie Rare

Posted in News da Internet | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Melanoma: FDA approva nivolumab

Posted by bibliotecabiomedica su dicembre 23, 2014

La FDA americana ha dato il via libera alla commercializzazione del nivolumab contro il melanoma avanzato o non operabile che non risponde più ad altri farmaci.
L’efficacia del farmaco è stata testa su 120 pazienti: il 30% ha sperimentato una riduzione del tumore e per 1/3 di loro l’effetto si è protratto per più di 6 mesi.
La sicurezza, invece, è stata verificata in uno studio su 268 pazienti trattati con il farmaco e 102 sottoposti a sola chemioterapia: gli effetto collaterali più comuni riscontrati sono stati rash, prurito, tosse, infezioni delle vie aeree superiori ed edema.

Fonte: FDA newspress

Posted in News da Internet | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nivolumab contro melanoma avanzato: ottimi risultati da trial di fase III

Posted by bibliotecabiomedica su novembre 17, 2014

I risultati della fase III del trial CheckMate -066, condotto su pazienti naive con melanoma avanzato wild-type BRAF, hanno mostrato la grande efficacia del nivolumab rispetto alla terapia chemoterapica standard a base di dacarbazina: ad un anno di distanza il 73% dei pazienti trattati con nivolumab era vivo rispetto al 42% di quelli trattati con chemio standard. Inoltre la terapia con  il farmaco immunologico ha ridotto la mortalità del 58%.

Lo studio, randomizzato in doppio cieco, è stato condotto su 418 pazienti con melanoma BRAF wild-type non resecabile stadio III e IV naive al trattamento.

Articolo di riferimento:
Caroline Robert,  Georgina V. Long, Benjamin Brady, Caroline Dutriaux, Michele Maio, Laurent Mortier, Jessica C. Hassel, Piotr Rutkowski, Catriona McNeil, Ewa Kalinka-Warzocha, Kerry J. Savage, Micaela M. Hernberg, Celeste Lebbé, Julie Charles, Catalin Mihalcioiu, Vanna Chiarion-Sileni, Cornelia Mauch, Francesco Cognetti, Ana Arance, Henrik Schmidt, Dirk Schadendorf, Helen Gogas, Lotta Lundgren-Eriksson, Christine Horak, Brian Sharkey, Ian M. Waxman, Victoria Atkinson,  and Paolo A. Ascierto, Nivolumab in Previously Untreated Melanoma without BRAF Mutation, NEJM pubblicato online il 16 novembre 2014
Leggi l’articolo completo (solo per utenti dell’Università di Firenze)

Fonte: Pharmastar

Posted in Consigli di lettura | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

AIFA approva ipilimumab anche come trattamento di prima linea vs melanoma avanzato

Posted by bibliotecabiomedica su settembre 17, 2014

AIFA ha approvato la rimborsabilità dell’ipilimumab anche nel caso di utilizzo come trattamento di prima linea contro il melanoma in fase avanzata o metastatico.
Finora il rimborso era garantito solo nel caso di utilizzo come farmaco di seconda linea, dopo altri trattamenti.
Il profilo di sicurezza dell’utilizzo in prima linea è comparabile con quello dell’ utilizzo in seconda linea.

Fonte: Pharmastar

Posted in News da Internet | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

FDA approva pembrolizumab contro melanoma avanzato

Posted by bibliotecabiomedica su settembre 5, 2014

La Food and Drug Administration americana ha approvato il farmaco pembrolizumab contro il melanoma avanzato o inoperabile, che non reagisce più ad altri farmaci. Si tratta di un anticorpo monoclonale anti-PD-L1, il cui utilizzo è attualmente autorizzato per l’impiego in seconda linea dopo la terapia con ipilimumab.

Per ulteriori informazioni

Fonte: FDA

 

Posted in News da Internet | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Melanoma metastatico: anche la UE approva l’ipilimumab

Posted by bibliotecabiomedica su dicembre 11, 2013

Aggiornamento dell’11 dicembre 2013:
La Commissione europea ha approvato l’utilizzo dell’ipilimumab come farmaco di prima linea contro il melanoma in stadio avanzato, in pazienti adulti non sottoposti a precedenti trattamenti.

Fonte: Osservatorio malattie rare

Aggiornamento del 4 marzo 2013:
E’ uscito in GU (n. 45 del 22/02/2013) il via libera dell’AIFA alla rimborsabilità di “ipilimumab” in classe H nei pazienti con melanoma avanzato (non operabile o metastatico) che abbiano ricevuto una precedente terapia.

Aggiornamento del 15 luglio 2011:
Dopo la FDA americana anche l’Unione Europea ha approvato l’ipilimumab per il trattamento del melanoma con metastasi in pazienti non operabili già trattati.
Un trial clinico randomizzato doppio cieco di fase 3, pubblicato sul New England Journal of Medicine, ha mostrato che i tassi di sopravvivenza a uno e due anni per i pazienti trattati con ipilimumab erano rispettivamente del 46% e del 24% rispetto al 25% e 14% del braccio di comparazione, con alcuni pazienti vivi a 3 e 4 anni.

Fonte: Adnkronos

28/03/2011

La Food and Drug Administration ha approvato l’utilizzo dell’ ipilimumab nel trattamento del melanoma con metastasi, il più pericoloso tipo di cancro alla pelle. Il farmaco si è mostrato in grado di rallentare l’evoluzione della malattia e quindi di prolungare il tempo di vita dei pazienti, agendo sulla molecula CTLA-4.
Lo studio clinico internazionale è stato condotto su 676 pazienti.
Gli effetti collaterali più comuni sono risultati diarrea, affaticamento, colite, rash cutanei e deficienze endocrine.

Fonte: FDA News

Posted in News da Internet | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Tremelimumab e melanoma: attualmente nessun vantaggio

Posted by bibliotecabiomedica su gennaio 9, 2013

Uno studio, pubblicato sul Journal of Clinical Oncology, ha messo a confronto 655 pazienti ai quali è stato somministrato, in maniera randomizzata, tremelimumab o la chemioterapia standard.
Il trial clinico di fase III ha monitorato la risposta del tumore al trattamento farmacologico ogni 90 giorni (1 ciclo) in pazienti trattati con tremelimumab, ogni 42 giorni (2 cicli) in pazienti trattati con dacarbazina e ogni 56 giorni (2 cicli) in pazienti trattati con temozolomide.I ricercatori hanno concluso che, sebbene i pazienti trattati con tremelimumab abbiano avuto risposte positive di maggior durata rispetto ai pazienti con chemioterapia standard, al momento non c’è un vantaggio statisticamente significativo nella sopravvivenza complessiva.

Articolo di riferimento:
Antoni Ribas, Richard Kefford, Margaret A. Marshall, Cornelis J.A. Punt, John B. Haanen, Maribel Marmol, Claus Garbe,
Helen Gogas, Jacob Schachter, Gerald Linette, Paul Lorigan, Kari L. Kendra, Michele Maio, Uwe Trefzer, Michael Smylie,
Grant A. McArthur, Brigitte Dreno, Paul D. Nathan, Jacek Mackiewicz, John M. Kirkwood, Jesus Gomez-Navarro, Bo Huang, Dmitri Pavlov and Axel Hauschild, Phase III Randomized Clinical Trial Comparing Tremelimumab With Standard-of-Care Chemotherapy in Patients With Advanced Melanoma, Journal of Clinical Oncology, pubblicato online il 7 gennaio 2013.
Leggi l’articolo completo (solo per utenti dell’Università di Firenze)

Fonte: Nelm News

Posted in Consigli di lettura, Periodici elettronici E-books | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Melanoma metastatico: nessun vantaggio dall’aggiunta di sorafenib

Posted by bibliotecabiomedica su dicembre 19, 2012

Un trial clinico di fase 3 ha mostrato che non ci sono benefici, in termini di aumento della sopravvivenza, derivanti dall’aggiungere sorafenib alla terapia a base di carboplatino e paclitaxel in pazienti naive alla chemioterapia con melanoma metastatico.
Lo studio ha coinvolto 823 pazienti seguiti per più di 34 mesi.

Articolo di riferimento:
Keith T. Flaherty, Sandra J. Lee, Fengmin Zhao, Lynn M. Schuchter, Lawrence Flaherty, Richard Kefford, Michael B. Atkins, Philip Leming and John M. Kirkwood, Phase III Trial of Carboplatin and Paclitaxel With or Without Sorafenib in Metastatic Melanoma, Journal of Clinical Oncology, pubblicato online il 17 dicembre 2012.
Leggi l’articolo completo (solo per utenti dell’Università di Firenze)

Fonte: Nelm News

Posted in Consigli di lettura, Periodici elettronici E-books | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Melanoma cutaneo: linee guida nazionali da Agenas

Posted by bibliotecabiomedica su settembre 28, 2012

Agenas (Agenzia per i Servizi Sanitari Nazionali), in collaborazione con gli Istituti Regina Elena e San Gallicano, ha reso disponibile online delle linee guida per la diagnosi e il trattamento del melanoma cutaneo, neoplasia in continua crescita nel mondo.
Le linee guida si prefiggono lo scopo di fornire indicazioni al professionista in tema di prevenzione primaria e secondaria e di gestione della patologia.

Scarica le linee guida (in formato pdf)

Fonte: Ministero della Salute

Posted in Come si fa?, Consigli di lettura, Open Access | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Melanoma maligno: scoperto un gene che causa le metastasi

Posted by bibliotecabiomedica su dicembre 12, 2011

Uno studio, finanziato dalla Commissione Europea, ha scoperto che il  gene P-Rex1 fa in modo che le cellule del cancro si separino dal tumore originale e si diffondano o si metastatizzino in altri organi, come il cervello. Lo studio è finora stato condotto sui topi, ma confrontando campioni umani i ricercatori hanno osservato che anche nei campioni di melanoma prelevato dagli uomini erano presenti alti livelli di p-rex1.

Articolo di riferimento:
Lindsay, C. R. et al., P-Rex1 is required for efficient melanoblast migration and melanoma metastasis, Nature Communications, 2 (2011), articolo 555.
Articolo non disponibile. Richiedilo attraverso il nostro servizio di fornitura documenti (solo per utenti dell’Università di Firenze)

Fonte: Notiziario CORDIS

Posted in Consigli di lettura, Periodici elettronici E-books | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Melanoma: uno studio dell’Università di Padova trova una correlazione con un gene

Posted by bibliotecabiomedica su settembre 24, 2008

Lo studio, condotto da ricercatori del Dipartimento di Scienze oncologiche e chirurgiche dell’Università di Padova e pubblicato su Cancer, è in realtà una meta-analisi che sembra mostrare che in oltre il 9% dei casi di melanoma esiste una corrispondenza diretta tra un particolare polimorfismo del gene per il recettore della vitamina D e l’insorgenza del melanoma. Un dato che tiene conto dell’incidenza di questo tumore nella popolazione caucasica e della frequenza di quel determinato polimorfismo nella stessa popolazione.

Articolo pubblicato online il 22 Settembre 2008. Non ancora disponibile.
Controlla sul sito (solo per utenti dell’Università di Firenze)

Fonte: Adnkronos

Posted in Consigli di lettura, News da Internet, Periodici elettronici E-books | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: